ROMA, 14 luglio 2018

NEWS//NextStopSalerno: innovazione e sviluppo territoriale al centro della vision di Softlab

Il Presidente Sargis Ghazaryan: “Da Salerno la maggior parte della nostra innovazione”

Si è svolto venerdì sera, nella prestigiosa cornice della Stazione Marittima di Salerno, la convention #NEXTSTOPSALERNO organizzata da Softlab S.p.A. Oltre 230 persone hanno preso parte all’evento durante il quale il Management dell’azienda ha presentato di fronte alle autorità cittadine e a una platea di giornalisti e dipendenti il bilancio del primo anno di attività della sede operativa della città campana, anticipando le prospettive per il piano di sviluppo aziendale.

“Oggi, di fatto, stiamo rompendo un cliché” ha spiegato il Presidente Sargis Ghazaryan “Abbiamo cominciato a guardare a Salerno come un luogo dove generare la nostra innovazione, dove generare il sapere di quella quarta rivoluzione industriale di cui ormai siamo non soltanto portatori ma attori. In quella che era la nostra ambizione e che ora è il nostro lavoro quotidiano noi anticipiamo l’evoluzione, lo spirito dei tempi, ciò che con l’accelerazione delle evoluzioni tecnologiche non è più domani, ma oggi. Ecco perché Salerno: abbiamo inaugurato ufficialmente la sede di Salerno a febbraio di quest’anno e la maggior parte dell’innovazione generata oggi nei nostri progetti viene prodotta in questa città, e per questo ringrazio la straordinaria e virtuosa opera dei ricercatori del nostro dottorato industriale dell’Università di Salerno. Sono cose di cui andiamo fieri, di cui vado fiero”.

La collaborazione con l’Università degli Studi di Salerno, in particolare con la struttura del Dipartimento d’Informatica, ha portato allo sviluppo di un progetto rivoluzionario per il settore della cybersecurity: si tratta del corridoio biometrico, un algoritmo in grado di fornire una valutazione affidabile sulla pericolosità di un soggetto. Le possibili applicazioni coinvolgono la gestione della sicurezza in luoghi sensibili anche nell’ottica della lotta al terrorismo.

“Mi sento incredibilmente a casa quando sono a Salerno” ha ammesso Vincenzo Iacovelli, vicepresidente Softlab “Un anno fa abbiamo avuto la possibilità di dirci che noi credevamo in questo territorio e abbiamo tenuto fede al progetto di un radicamento qui. Siamo assolutamente convinti, e possiamo confermarvi, che stiamo preparando quel percorso, quella progettualità che noi avevamo annunciato da tempo”.

Oltre a valorizzare giovani talenti della Campania, la nuova Governance dell’azienda punta al rinnovamento dei processi gestionali e dei servizi al cliente, complice un’importantissima partnership con una multinazionale americana.

“Siamo pronti a lanciare una nuova offerta, a partire da settembre” ha dichiarato Giovanni Casto, Amministratore Delegato di Softlab “non soltanto un’offerta di servizi, ma anche di prodotti, per la prima volta nella storia di questa azienda: il prodotto Radar, che è stato sviluppato internamente e che segue e gestisce tematiche legate al nuovo GDPR, e, sempre da settembre, un’offerta congiunta con CrossMatch un player colossale, leader negli Stati Uniti per l’Identity asset management”.

Durante la serata è stato annunciato anche il lancio di Freshitaly, startup innovativa che si propone come intermediario per gli operatori della grande distribuzione, che proprio da Salerno prenderà il via.

“Qui” ha sottolineato Casto “abbiamo trovato un humus e degli interlocutori disponibili ad accogliere anche un po’ pazze, qui siamo riusciti a trovare una professionalità, una competenza e una voglia di fare innovazione che non è assolutamente comune nelle altre piazze italiane e forse anche estere”.